Dall’Innovation Day dell’Arenile al TEDx di Caserta: Contaminazione, una parola d’ordine per lo sviluppo

12 febbraio 2015, In: innovazione
0
tedx“Se tu hai una mela, ed io ho una mela, e ce la scambiamo, allora tu e io abbiamo sempre una mela ciascuno. Ma se tu hai un’idea, ed io ho un’idea e ce la scambiamo, allora abbiamo entrambi due idee”. La frase é di George Bernard Shaw  e gli animatori di 012 Factory la usano sulla loro pagina Facebook per spiegare il senso del TEDx 2015 organizzato a Caserta la scorsa settimana. La parola d’ordine é contaminazione. E infattti sul palco dell’evento si sono succeduti una serie di attori – 10, per la precisione – che hanno raccontato la loro esperienza di innovazione a partire da mondi totalmente diversi.
tedx3La cronaca di iniziative come queste la raccontano meglio le foto, alcune delle quali sono a corredo di questa riflessione. Quello che serve rimarcare, tuttavia, é uno degli aspetti positivi di questo particolare momento storico. I giovani sono naturalmente predisposti a mettere in campo iniziative comuni. A fare squadra, come si usava dire prima che parole come network, community, contest invadessero il nostro vocabolario per riportare, anche dalle nostre parti, esperienze e prassi nate per lo piú negli Stati Uniti e portatrici di risultati eccellenti, sia dal punto di vista della ricerca, guardando alle universitá, che dal punto di vista del mercato, pensando alle aziende.
tedx1Il modello americano, cui continuiamo a ispirarci quando parliamo o facciamo innovazione, é un modello aperto, che vede nel mondo globale un’opportunitá e cerca di trovare, con investimenti forti sullo studio e sulla ricerca, le vie migliori per lo sviluppo. Proprio attraverso la contaminazione, anche culturale. A chi é capitato di passare davanti alle aree, vere e proprie cittadelle, che ospitano le mega aziende della conoscenza, nella Silicon Valley per esempio, sará capitato di notare quanta diversitá esce dalle porte di quegli edifici. Gente proveniente da ogni parte del mondo e persone totalmente lontane – in apparenza – tra loro:  basta solo a vedere gli abiti che indossano. Che la forza sia proprio quella?
innoday2In Italia, seppur con ritardo, qualcosa di muove. E si muove soprattutto grazie alle iniziative di giovani e meno giovani che, spinti dalla voglia di fare e dalla curiositá verso saperi e culture diverse, si buttano in campo per cercare punti di unione, sentieri comuni sui quali camminare. Il TEDx di Caserta, in questo, é stata la continuazione dell’Innovation Day 2014. A novembre scorso, un migliaio di persone, tutte molto diverse tra loro – dai bambini ai pensionati, dalle giovani imprenditrici ai professori innodaysaggi – si sono riunite in un posto insolito per le iniziative sulla ricerca e l’innovazione: l’Arenile di Bagnoli. E perché? Proprio per consentire una piú larga possibilitá di far parlare gente che altrimenti non si incontrerebbe. Proprio per spiegare che settori come l’agricolutura e l’artigianato, per esempio, sono settori tutt’altro che lontani dal punto di vista di quello che serve al loro rilancio.

Contaminazione: si tratta di quello. E si deve cercare, per quanto possibile, di non disperdere queste energie che stanno lavorando per mettere insieme le loro forze. 

There are no comments yet. Be the first to comment.

Leave a Comment

Scarica il libro Napoli Innovazione e Sviluppo



L'IMPRESA E L'UNIVERSITA'

ALESSANDRA ESTATE

ZONE FRANCHE URBANE

AFFERMARSI SUL MERCATO

IL RUOLO DELLE PICCOLE IMPRESE

L'IMPATTO DELLA BIG BANG DISRUPTION

IMPRESE INNOVATIVE PER LO SVILUPPO

Contatti

Per informazioni, domande e contatti, è possibile scrivermi un'E-Mail all'indirizzo mario.raffa@unina.it.

Mario Raffa

Candidato alla Regione Campania con Vincenzo De Luca Presidente.