Agricoltura, artigianato e incubatori: lo sviluppo si fa in rete

7 novembre 2014, In: innovazione
0

alex

“La crisi del modello attuale ci impone di trovare nuove strade. Il progetto di ricerca Rural Hub è il nodo principale di una rete di ricercatori, attivisti, studiosi e manager interessati nell’individuare nuovi modelli di sviluppo economico per trovare soluzioni ai bisogni sociali e di mercato che emergono dal mondo delle nuove imprese rurali”.

012E’ uno dei passaggi della riflessione di Alex Giordano, promotore codirettore del Centro Studi Etnografia Digitale e promotore del progetto Rural Hub, allo scorso Innovation Day del 2 novembre, all’Arenile di Bagnoli. La kermesse, giunta alla sua ottava edizione, ha affrontato temi cruciali per lo sviluppo. Tra questi, le imprese partecipanti e tutti i protagonisti hanno afforntato la questione legata al cambiamento del settore primario. Ancora fulcro della nostra economia. Quali sono gli scenari. Come sta cambiando quel mondo. A scendere nel dettaglio é stato proprio Alex Giordano. “La crisi del modello attuale ci impone di trovare nuove strade. Il progetto di ricerca Rural Hub – ha sottolineato Giordano – è il nodo principale di una rete di ricercatori, attivisti, studiosi e manager interessati nell’individuare nuovi modelli di sviluppo economico per trovare soluzioni ai bisogni sociali e di mercato che emergono dal mondo delle nuove imprese rurali”. “Siamo felici – ha continuato Alex Giordano – di essere stati partner dell’Innovation Day di quest’anno e di aver avuto la possibilitá di discutere di un’economia rurale orientata al societing, con esperti ed amici che hanno presentato idee e progetti di innovazione sociale e tecnologica applicata alla ruralità”. “L’obiettivo – conclude – è quello di pensare a un nuovo modello che sappia coniugare esigenze ambientali, sostenibilità economica e responsabilità sociali, provando a innescare reali processi di cambiamento. Crediamo davvero che ci siano tutti gli ingredienti per generare una nuova visione di futuro comune”.

agriDurante la giornata, oltre all’agricoltura, sono stati affrontati i temi dell’artigianato digitale, sia dal palco, con il racconto dei protagonisti, sia negli stand, dove sono stati esposti i prodotti realizzati dalle aziende presenti. Piattaforme e oggetti che utilizzano Arduino (il sistema di programmazione hardware e software aperto, cioè libero da brevetti, che chiunque può utilizzare gratuitamente e adattare alle proprie esigenze), sensori in grado di guidare i non vedenti, sistemi per gestire l’identitá online, solo per dire qualcosa.

Ma oltre ai prodotti, s’é parlato dei processi. E delle esperienze che stanno crescendo e che stanno permettendo a nuovi talenti di germogliare. E’ questa l’operazione che porta avanti 012 Factory, a Caserta. E che i promotori hanno raccontato alla platea e alle centinaia di visitatori dei loro stand.

FacebookTwitterGoogle+
There are no comments yet. Be the first to comment.

Leave a Comment

Scarica il libro Napoli Innovazione e Sviluppo



L'IMPRESA E L'UNIVERSITA'

ALESSANDRA ESTATE

ZONE FRANCHE URBANE

AFFERMARSI SUL MERCATO

IL RUOLO DELLE PICCOLE IMPRESE

L'IMPATTO DELLA BIG BANG DISRUPTION

IMPRESE INNOVATIVE PER LO SVILUPPO

Contatti

Per informazioni, domande e contatti, è possibile scrivermi un'E-Mail all'indirizzo mario.raffa@unina.it.

Mario Raffa

Candidato alla Regione Campania con Vincenzo De Luca Presidente.